Il tuo 5×1000 per L’Isola di Ariel

Campagna 5x1000 locandina jpg.001

COME FACCIO A DEVOLVERE IL MIO 5X1000 A L’ISOLA DI ARIEL?

Con un piccolo gesto puoi aiutare molte persone e permettergli di guardare al futuro con speranza.

Il 5×1000 è una donazione che non ti costa nulla (se decidi di non destinare a nessuno il 5×1000, quella parte di IRPEF sarà comunque versata allo Stato).

Ecco come fare:

  • Nel tuo modello per la dichiarazione dei redditi (730, CU o UNICO – clicca sui fac simile sotto) troverai uno spazio dedicato alla “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL’IRPEF”.
  • Scegli l’area dedicata al “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale e delle associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori di cui all’art. 10, c. 1, lett a), del D.Lgs. n. 460 del 1997″
  • INSERISCI LA TUA FIRMA e IL NUMERO DEL CODICE FISCALE de L’ISOLA DI ARIEL Cooperativa Sociale a.r.l. Onlus:

    09489490012

CLICCA SULLE IMMAGINI (Modello 730, CU e Unico) PER INGRANDIRE:

5-per-mille-730-IsolaDiAriel5-per-mille-cu-IsolaDiAriel5-per-mille-persone-fisiche-IsolaDiAriel

SCADENZE DA RISPETTARE

SCADENZE MODELLO 730:

7 luglio 2017: precompilato e presentato sia direttamente attraverso l’applicazione web, sia nel caso di presentazione al sostituto d’imposta che in quello di presentazione al Caf o al professionista.
23 luglio 2017: precompilato e consegnato direttamente all’Agenzia delle Entrate.

SCADENZE MODELLO REDDITI PF 2017 (EX MODELLO UNICO):

30 giugno 2017: se spedito tramite uffici postali.
30 settembre 2017: se inviato per via telematica.

SCADENZE MODELLO CU / SE NON SEI TENUTO A PRESENTARE LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI:

30 giugno 2017: compilando la scheda fornita insieme al CU (Certificazione Unica) dal tuo datore di lavoro o dall’ente erogatore della pensione, inseriscila in una normale busta per corrispondenza scrivendo: “Scelta per la destinazione del cinque per mille dell’Irpef”, nome, cognome, codice fiscale e consegnala in ufficio postale.

 

nosiglia

IL VESCOVO NOSIGLIA IN VISITA AL CENTRO DI ACCOGLIENZA DI VIA AQUILA:
DOBBIAMO ABBATTERE I MURI CON LA CONOSCENZA E L’INCONTRO

Sono venuto qui perché bisogna far emergere le realtà come Isola di Ariel, raccontare le attività e le testimonianze d’integrazione per superare paure e pregiudizi. È il messaggio di Papa Francesco, che non a caso ha accolto dei profughi musulmani in Vaticano“.
Parlando poi con i 140 richiedenti asilo, africani di 20 nazionalità diverse presenti nella struttura, ha aggiunto: “La vostra presenza qui è un dono di Dio. Ogni persona va accolta per quello che è, perché siamo tutti fratelli, tutti dobbiamo ricevere e dare. Abbiate fiducia nel futuro, lo possiamo costruire insieme“.

Presenti all’incontro oltre al vescovo Cesare Nosiglia, anche Don Tonino Borio, parroco della Chiesa Stimmate di S. Francesco, gli operatori della Cooperativa Isola di Ariel che gestisce il centro di accoglienza straordinaria e il presidente della Circoscrizione 4 Claudio Cerrato.

La visita è stata l’occasione per una benedizione dei bambini e per progettare nuove attività sul territorio che coinvolgano i richiedenti asilo e i cittadini della zona.

nosiglia2

profughi

“Hanno i nomi e il volto dei profughi dell’ISOLA DI ARIEL, cooperativa sociale che si occupa dell’accoglienza dei richiedenti asilo, gli “angeli del fango” che hanno dedicato la domenica a ripulire strade e case dai detriti lasciati dall’ondata di maltempo abbattutasi nei giorni scorsi su Moncalieri, una delle zone più danneggiate dalle piogge che ha fatto esondare il Chisola” (Ansa, 27 novembre 2016).
Il 24 e 25 novembre 2016 Moncalieri è stata colpita da una forte alluvione, i richiedenti asilo presenti in città da poco più di un mese nel Centro di Accoglienza Straordinaria di strada Palera 96 hanno scelto di dare una mano e per diversi giorni hanno aiutato gli alluvionati a tornare alla normalità. In questi giorni drammatici, l’emergenza ha visto lavorare insieme e aiutarsi persone che solo pochi mesi fa vivevano a migliaia di chilometri di distanza e che hanno condiviso la fatica e l’odore del fango, dando a ciascuno l’occasione per dare e ricevere solidarietà.

profughi2

volantino festa ramadanLunedi sera si concluderà il Ramadan, mese sacro all’Islam, e il relativo digiuno il cui rispetto e’ uno dei quattro pilastri della religione musulmana.

Per festeggiare. organizzeremo, nella struttura di via Aquila  una festa aperta a tutti:  ai  vicini, agli amici e a tutti i mussulmani ospiti e non della struttura.

La festa sarà un modo per far respirare un pò di profumo di casa ai tanti mussulmani ospiti delle nostre strutture e permettere a tutti gli altri di conoscere da vicino tradizioni e alimenti di paesi per noi lontani.

Appuntamento alle 21 in via Aquila 21 a Torino. Vi aspettiamo!!